Home‎ > ‎

La storia del tap

l tip tap è stato creato combinando elementi di percussioni africane, e danzando con le tecniche di balli europei tipo il "Clog" irlandese, attualmente molto conosciuto per lo spettacolo "Riverdance", e lo "Step Dancing". 
Il Tip Tap trova origine nei bassi ceti, sviluppandosi attraverso "battaglie" competitive agli angoli delle strade fra immigrati irlandesi e schiavi africani. 

Tra il 1600 ed il primo 1800 gli schiavi africani delle piantagioni svilupparono un tipo di danza ricollegabile al loro "Juba" (danza rituale religiosa africana accompagnata da ritmiche battute di mani e suoni e tamburi): quando furono portati in America, fu loro vietato di praticare la loro religione, ed essendo le percussioni una parte integrante dei loro rituali, furono i battiti di mani e il percuotere il pavimento con i piedi a sostituire le originarie percussioni.

Il periodo di massima fioritura di questa arte è stato tra il 1900 ed il 1955, quando era il tipo di danza principale nel Vaudeville e a Broadway. In quel periodo anche molte orchestre includevano tra i propri elementi dei ballerini di Tap: in quel tempo la Tap Dance era detta anche "jazz dance", perché il jazz era la musica con cui si esibivano i ballerini di tap.

Con progressive modifiche, pulizia dei movimenti e creazione di passi nuovi si arrivò a ciò che fu definito "American Tap Dance". I ballerini assunsero una posizione più rilassata, elegante, e furono inseriti movimenti con le braccia e le spalle, inizialmente un po’ trascurate.

Negli anni '30, '40 e '50 i migliori artisti si spostarono dal Vaudeville al cinema ed alla televisione, da cui la notorietà di alcuni artisti anche nel nostro paese come Fred Astair, Ginger Rogers, Gene Kelly o la famosa "Riccioli d'oro" Shirley Temple.

Grandi talenti come Bill "Bojangle" Robinson e John Bubbles aiutarono a definire regole e movimenti, e più tardi Hollywood popolarizzò il Tip Tap nel mondo con i film di Fred Astaire, i Nicholas Brothers, Eleanor Powell ed altri grandi artisti. Durante gli anni ’50 lo stile del ballo cambiò, ed il Tip Tap perse la sua popolarità nonostante continuasse ad essere praticato dagli amatori del genere.

Negli anni ’60 la grande rinascita: eventi pubblici di rilievo riportarono alla ribalta questo particolarissimo ballo, che improvvisamente fu considerato una forma d’arte più che di divertimento. 
Fu ripescato per film e spettacoli teatrali, portato nel mondo con concerti e musical, ripreso anche a Broadway (Black and Blue, Bring in da noise Bring in da funk, Tap Dogs) e nelle pellicole (Cotton Club, Steppin’ out, Tap). 

A partire dal novembre del 1989, il 25 maggio è stata proclamata giornata nazionale del Tip Tap, ed è celebrata con entusiasmo in tutti gli Stati Uniti. 
La scelta della data è caduta sulla data di nascita di Bill "Bojangle" Robinson, il pioniere della tap dance moderna, data decisa a "tavolino" visto che di "Bojangle" non c'è documento che ne certifichi la data di nascita.

Un particolare tecnico: i primi ballerini nel 1920 usavano scarpe con le suole di legno. L’inserimento di pezzi metallici sotto le suole arrivò più tardi, e l’utilizzo dell’alluminio diventò lo standard.

(da: www.wikipedia.it/) 

Video di storia del tap
Scorrete i video qui di seguito per vedere numerosi momenti di storia del tap.  



 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 



Comments